The Hub Rovereto

Ciao a tutti!

E’ con molto piacere che vi presentiamo il nostro nuovo Blog! Una nuova veste grafica e tanti nuovi strumenti! Potete rimanere aggiornati in tempo reale sugli eventi e su tutte le news della community di Hub Rovereto su twitter e su facebook.

Il blog lo potete trovare all’indirizzo www.hubrovereto.com

Dopo una chiacchierata sulla disoccupazione con un amico che da qualche anno lavora in Spagna, volevo condividere un interessante articolo tratto da Reuters.it  (anche su twitter @reuters italia) dell’8 gennaio 2010. I dati sono incoraggianti…ma con finale!
*ho operato dei taglia/incolla per farvi percepire l’essenza dell’articolo in 7 punti
: enjoy

[1] Tasso di disoccupazione ai massimi dal marzo del 2004 in Italia. In novembre, secondo l’Istat, i tasso dei senza lavoro, destagionalizzato, è salito all’8,3%. Il dato è da confrontare con l’8,2% di ottobre (a sua volta rivisto al rialzo, dall’8% della rilevazione precendente).

[2] “L’aumento del tasso di disoccupazione deriva dal fatto che l’Italia si trova nel pieno del ciclo negativo” commenta l’economista di Bnp Paribas Luigi Speranza…

[3] “L’andamento dei dati fino alla scorsa estate ci aveva un po’ illuso: si pensava che l’Italia potesse uscire dalla crisi con abbastanza pochi danni. Ma ora il quadro è cambiato” dice Marco Valli, economista di Unicredit…

[4] Secondo Paolo Mameli di Intesa Sanapaolo “si nota come la disoccupazione stia colpendo soprattutto i precari e le fasce di età più giovani”.
“Bisogna anche dire che se considerassimo tra i disoccupati anche i lavoratori attualmente in cassa integrazione, il tasso sarebbe più alto di oltre un punto percentuale”…

[5] Dai dati Istat emerge che tra i giovani il tasso di disoccupazione ha raggiunto in novembre addirittura il 26,5%: un dato tanto più preoccupante se si tiene presente, come fa notare l’Istituto, che sono proprio i giovani, insieme alle donne del sud, a guidare l’incremento dei cosiddetti inattivi, cioè di quelle persone fuori dal mercato del lavoro e quindi non computate dalle statistiche.

[6] Gli economisti sembrano dunque sostanzialmente concordi nel ritenere che il peggio, in termini di disoccupazione, debba ancora concretizzarsi.

[7] “Temo che il picco in Italia non sia stato toccato” prevede Speranza…

Quindi in sintesi siamo lontani dal picco peggiore e la disoccupazione tra i giovani al 25%.

Hub come strumento per creare mercato

Se quindi il mercato non è in grado di assorbire forza lavoro penso che questo sia una grossa opportunità per chi abbia una mezza idea di mettersi in proprio e dare vita alla propria idea imprenditoriale.
In un momento di contrazione economica, dove spesso le risorse finanziarie sono scarse il focus verso l’innvazione e l’attenzione verso l’essenza della propria idea imprenditoriale si accentua e porta a risultati incredibili.

Hub vuole andare in questa direzione dando alle persone che vogliono re-inventarsi, che vogliono loro stesse creare il proprio mercato, la possibilità di realizzare le loro idee, i loro sogni.

A breve verranno comunicate le prossime tappe mensili degli incontri di Hub (se ve ne siete persi qualcuno ecco i link qui / qui / qui ) dove potrete capire cosa Hub sta realizzando e come poter dare vita alla propria idea, progetto..cambiamento!

Nel riprendermi dal ritmo post-natalizio, ho trovato questo sito che non è altro che una grande libreria sul design. Si può trovare di tutto e i maggiori protagonisti della scena degli ultimi due secoli.

http://www.designmuseum.org

Buona scoperta!

Forse molti di voi avranno sentito parlare di Kiva: una piattaforma web che permette di erogare prestiti a nuove imprese nei paesi in via di sviluppo ( website Kiva).

L’idea di Vittana è di utilizzare il microcredito, operando con istituti locali (come lavora Kiva), per sviluppare progetti di istruzione nei paesi in via di sviluppo.

Andate a visitare il sito di Vittana: Vittana

Ecco a voi come è organizzato un hub e cosa succede al suo interno. Ringraziamo Valeria, Massimo e Mariangela, il nostro team di architetti, che ha realizzato questo fumetto e tutto il team di The Hub Rotterdam che ha ci ha ospitato per una giornata!

HUBCOMIC

L’agenzia londinese Hu2 Desgin ha creato una serie di adesivi che vogliono far aumentare l’uso responsabile dell’elettricità. Diciamo che ogni volta che attaccate il vostro laptop alla presa vi ricorderete da dove l’energia proviene…e quanto sia preziosa!

[link]

Non siamo i soli a vivere il fenomeno della chiusura delle librerie sopprattutto in zone marginali della provincia. Ne sanno qualcosa gli abitanti di Westbury-sub-Mendip che dopo la chiusura della loro locale libreria hanno voluto risolvere in prima persona il problema. Hanno semplicemente preso a prestito una della classiche cabine rosse telefoniche inglese e al suo interno hanno popolato una piccola libreria aperta 24h al giorno!

Nel frattempo il gestore inglese della linea telefonica BT visto il successo della piccola libreria, ha aperto un programma di “Adotta una cabina” alla quale sono giunte più di 700 richieste di prendersi cura di una cabina rossa. Da qui sono nate non solo piccole librerie, ma mostre temporanee, toilette, docce pubbliche. Un’altra maniera di ri-utilizzare un oggetto che stiamo dimenticando o utilizzando meno. Una proposta anche per gli amici di Su!Riva (http://suriva.blogspot.com/) che si vedono coinvolti nel problema di librerie in chiusura e dal desiderio di stimolare quella cosa meravigliosa che è la lettura.

[link + BBC]

Segui assieme ad altri 22 follower

Scrivici

hubrovereto (at) gmail.com

Evento a Rovereto 26 Novembre



Ti aspettiamo a Rovereto giovedì 26 Novembre dalle ore 18.30 all'Hotel Nerocubo (via per Marco, Rovereto ) all'evento di Hub!

The hub network

Segui HUB World su Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Le nostre Foto

1009_HUB_ROV_mappingPT

1009_HUB_ROV_mappingPI

Opening

Opening

Opening

Altre foto

Collaboriamo con: